SCENARI DI CARTA al via la settima stagione

Al via la settima rassegna di “SCENARI di CARTA”, il consolidato format rivolto a bambini e ragazzi realizzato dagli eclettici “BARABAO Teatro”.

I Barabao
I “Barabao” sono da sempre convinti che si impara meglio divertendosi ed è per questo che trasformano attività didattiche come la lettura o lo studio in esilaranti gag che coinvolgono il giovane pubblico, abbattendo i ruoli docente – alunno all’insegna di un apprendimento gioioso in cui il ragazzo è parte attiva e imprescindibile. I Barabao si rivolgono quindi alle scuole e alle biblioteche ma anche alle piazze e ai teatri proponendo al loro pubblico – una rete di Comuni (quest’anno sono 18 ) che dalla Saccicisa padovana arriva al veneziano – letture animate ora nelle scuole, ora nelle biblioteche, ora aperte al pubblico; ma anche eventi, spettacoli, incontri con gli autori dei libri che fanno sognare i ragazzi e, asso nella manica, i loro imperdibili “Tea Time”.

L’evento
L’etichetta rigorosamente British del Tea Time ovviamente grazie all’effervescenza dei Barabao si trasforma in occasione di assoluto divertimento. Certo, restano il The e anche i biscottini, perché sgranocchiando qualcosa si ascolta più volentieri. Siccome quello del The è un vero e proprio appuntamento (quest’anno ne hanno messi in fila una trentina) i Barabao hanno ideato un filo conduttore, un tema che rinnovi il senso di ogni incontro. E se nella scorsa edizione, un vero e proprio successo, si parlava di “scienza”, quest’anno la proposta è tutta… musicale. Dai Beatles a Vivaldi, viaggiando nel tempo come gli va, i Barabao racconteranno vita e opere dei grandi della musica, riproponendo anche i loro “successi”.

Bambini e ragazzi
E il pubblico? Bambini e ragazzi potranno interagire grazie ad un “Music Wall” che i Barabao allestiranno di volta in volta. Si tratta di una parete in legno nella quale vengono appesi sia veri e propri strumenti musicali che altri oggetti in grado di produrre suoni. I “Barabao” inviteranno i bambini e i ragazzi a unirsi alla storia, proponendo sottofondi musicali o lanciandosi, al momento opportuno, anche in spericolati assoli. Grande lo spazio da sempre riservato al dibattito, perché i ragazzi esprimano i loro gusti musicali, espongano le proprie riflessioni o pongano domande laddove incuriositi. Si sa, una tazza calda di The in mano aiuta da sempre la conversazione. “Scenari di Carta” propone inoltre nelle scuole numerosi laboratori didattici, sia di riconversione di materiali, facendo quindi didattica e sensibilizzazione su temi importanti come l’ecologia e l’ambiente, ma anche laboratori di lettura: per scoprire il piacere di leggere.

La rassegna
La rassegna, che contempla anche spettacoli teatrali, decolla il 28 settembre con due “passeggiate letterarie”. A Piove di Sacco alle 17, all’interno del percorso “Piove Fuori Legge” Ivan Di Noia passeggerà con una clack, provvista di cartelli, al seguito con partenza da S. Anna fino al nuovo auditorium Santa Margherita di Piove di Sacco. Tema principale della conversazione la storia di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993. Don Pino sorrise al killer che gli sparò sotto casa: “Me l’aspettavo”. Nel quartiere Brancaccio di una Palermo dilaniata dalla guerra delle cosche mafiose, Don Pino riuscì a coinvolgere molti ragazzi nei suoi gruppi parrocchiali, strappandoli così alla strada e alla criminalità. Un’occasione questa per i Barabao dalla quale partire per parlare di legalità (ma anche di libertà, di Costituzione, di diritti sui bambini); e infatti la clack esibirà di volta in volta cartelli o lancerà slogan: No alla Mafia! No alla criminalità! Trasformando così una passeggiata letteraria in una presa di posizione civile. La seconda passeggiata letteraria si svolgerà invece a Bovolenta a partire dalle 17.30. A condurre la passeggiata sarà Romina Ranzato. L’evento dal titolo: “Bovolenta, terra di fiumi, ponti e castelli” farà scoprire cose davvero inedite su questo paese, ultimo avamposto dei Carraresi per impedire ai veneziani di entrare in Padova. I veneziani usarono poi il castello come magazzino merci, Bovolenta si trova infatti alla confluenza di due importanti corsi d’acqua ed era un importante crocevia nel sistema di comunicazione fluviale per il trasporto delle merci. Il castello fu teatro di rocambolesche vicende. Oggi ne è rimasta eretta una sola torre ma che grazie ai racconti di Romina Ranzato, tornerà a rivivere in tutto il suo splendore.

La Compagnia Barabao Teatro
La Compagnia Barabao Teatro è formata da un gruppo di professionisti che produce spettacoli e Performance di creazione teatrale, gli attori non sono solo interpreti ma autori e registi della messa in scena. Grazie al lavoro svolto assieme da più di dieci anni gli artisti creano opere inedite nate dall’improvvisazione e dal gioco d’attore. La Compagnia sperimenta e miscela diversi stili recitativi valorizzando le abilità personali di ogni singolo cre-attore. Per informazioni: www.barabaoteatro.itcontatti@barabaoteatro.it.